Oasi WWF Lago di Alviano

L'Oasi rinata dall'alluvione del 2012, Alviano un esempio da seguire

L'Oasi WWF Lago di Alviano in provincia di Terni (Umbria) è situata all' interno dei comuni di Alviano, Guardea e Montecchio e comprende l'intero bacino artificiale del lago di Alviano, con un estensione di 900 ettari è una delle Oasi più grandi d' Italia.

Alviano rappresenta l' esempio di come dovrebbero essere gestite le Oasi WWF,  purtroppo molto spesso abbandonate a se stesse o non sfruttate a dovere.  Nonostante la completa distruzione a seguito dell'inondazione del 2012, l'Oasi WWF Lago di Alviano è stata ricostruita in modo impeccabile ed adesso è meta ambita da fotografi naturalisti ed appassionati.

A differenza di molte altre Oasi WWF, Alviano sotto l'aspetto fotografico offre molte opportunità:  appena entrati troviamo diversi capanni che si affacciano sulla sponda Nord. Il capanno 0 è forse il migliore, circondato dal canneto d'estate è ottimo per fotografare sgarze ciuffetto e altri ardeidi che vanno ad alimentarsi davanti alle feritoie, i posatoi sono spesso frequentati dal martino e durante l 'inverno con un po di fortuna si può scorgere fra le canne anche lo schivo tarabuso. Anche il capanno 2 è un bel punto di osservazione, munito di una feritoia a livello dell' acqua permette di fare ottimi scatti. In fondo al sentiero si trova l'Aula didattica, un enorme osservatorio a due piani con un ottima visuale sul lago che permette di fotografare l'avifauna in volo.

Sul sentiero parallelo, all'interno del bosco, sono situati i capanni dei passeracei che ospitano con regolarità specie interessanti come il picchio muratore ed il picchio rosso maggiore, oltre alle varie specie di passeriformi più comuni.  ,Grazie al posizionamento di noci, sono frequenti i passaggi degli scoiattoli rossi.

L'ultimo osservatorio che vale la pena citare è il capanno che affaccia sulle praterie grazie al quale durante la primavera si possono osservare i numerosi nibbi bruni che vengono a riprodursi nell'Oasi. Lungo le praterie si snoda il vecchio sentiero, che prosegue per diversi chilometri costeggiando le sponde del Tevere e del Lago di Alviano. Un percorso che consiglio vivamente perché percorrendolo si riesce veramente a godersi tutta la tranquillità e la bellezza dell'Oasi.

L'Oasi WWF Lago di Alviano è aperta al pubblico dal 1° Settembre al 31 Maggio Domenica e Festivi, per accedervi nei giorni feriali e durante il periodo di chiusura vi basterà contattare i gestori dell'Oasi per prenotare le chiavi.

L'Oasi di Alviano è una culla di biodiversità, tanto che negli ultimi anni sono stati avvistati più volte mammiferi schivi come la martora ed addirittura il rarissimo gatto selvatico, sintomo questo di come l'Oasi di Alviano si sia ripresa magnificamente dopo la terribile alluvione che l'aveva spazzata via. Tutto questo è quindi la dimostrazione di come uomo e natura insieme possano far fronte ad eventi simili facendo prosperare nuovamente la vita.

Per essere sempre aggiornati sugli ultimi avvistamenti dell'Oasi WWF Lago di Alviano puoi seguire il gruppo Facebook o la pagina ufficiale sempre su Facebook.

One thought on “Oasi WWF Lago di Alviano

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.